L’immagine raccontata: le due bandiere

A volte nella vita di un fotografo, professionista o dilettante che sia, capitano più o meno casualmente dei momenti irripetibili.Le due foto che vedrete alla fine di questo post sono state scattate ad un giorno di distanza una dall’altra, dalla piazza Rossa di Mosca verso il pennone del Cremlino. Era il 1991. Dicembre. Per moltissimi anni è stato detto e scritto … Continua a leggere L’immagine raccontata: le due bandiere

Vajont, il mondo fuori posto

Per sapere e capire qualcosa dell’immane catastrofe del Vajont ci sono diversi percorsi, e il modo migliore e più giusto è quello di percorrerli tutti, uno dopo l’altro, con i tempi che preferiamo. Il primo, forse ancora il più completo e quello che potrebbe quasi bastare da solo, è leggere un libro. Sulla pelle viva di Tina Merlin, … Continua a leggere Vajont, il mondo fuori posto

I luoghi e i nomi della Rosa

Prima di iniziare a scrivere il suo monumentale romanzo, che sarebbe poi diventato uno dei più importanti capisaldi della letteratura del Novecento (parliamo naturalmente de “il Nome della Rosa”), Umberto Eco fece per un anno intero viaggi e ricerche, ricerche e viaggi. Viaggiò per tutta Europa fra abbazie e luoghi similari per studiare, assorbire, elaborare … Continua a leggere I luoghi e i nomi della Rosa

Probabilmente uscì…

Credo di aver avuto modo in diverse occasioni di dire quanto la canzone “Amerigo” di Francesco Guccini sia per me in qualche modo "speciale". Ci sono, in effetti, anche motivi personali e familiari che la rendono tale. La canzone racconta la storia di Enrico, prozio dell’autore, che emigrò in America dal paesino appenninico di Pàvana, … Continua a leggere Probabilmente uscì…

“Salì sul mostro che dormiva…”

Occorre raccontare questa storia iniziando con il testo originale di un articolo di giornale di più di cento anni fa. 21 luglio 1893 - Il Resto del Carlino «Il disastro di ieri alla ferrovia – l'aberrazione di un macchinista.» «Poco prima delle 5 pomeridiane di ieri, l'Ufficio Telegrafico della stazione (di Bologna, ndr) riceveva dalla … Continua a leggere “Salì sul mostro che dormiva…”

Giovanna corre

Giovanna cammina sul marciapiede. Ha appena preso il pane in uno dei posti dove ogni tanto si trova, se si è pronti e si sa dove andare. Cammina a passo spedito lungo via Labicana, che scende larga e luminosa verso il Colosseo. È una ragazzina di 16 anni, ma in quegli anni a Roma non … Continua a leggere Giovanna corre

L’immagine raccontata: L’Orafo del Passage des Panoramas

Spesso la letteratura si trova a fare da ispirazione alle mie foto. Per i luoghi ritratti, per le situazioni evocate, per alcune atmosfere che ricordano pagine o mondi raccontati da grandi scrittori. Inevitabilmente Parigi ad ogni angolo richiama alla mente (e alla vista) tanti ambienti descritti in modo così unico e inconfondibile da quel prodigio … Continua a leggere L’immagine raccontata: L’Orafo del Passage des Panoramas

Il violino di papà

Un’immagine per me indelebile della giovinezza di mio padre Lodovico lo vede in piedi, chioma al vento e sguardo profondo, nella cromatica appena sbiadita delle prime fotografie a colori, mentre suona il violino su un prato, fra le montagne della sua Cortina d’Ampezzo, con lo sfondo di un bosco e di una cima più lontana. … Continua a leggere Il violino di papà

C’era una volta il Cinema

Torno ancora (chissà quante volte lo farò) su C'era una volta in America.  Lo faccio per raccontare di quando tornò nelle sale. Accadde nel 2012, e certo non si poteva mancare, fosse solo per come già ne ho parlato qui, disquisendo a lungo sui significati di alcune sue scene. Ci tornò finalmente adeguatamente restaurato, col … Continua a leggere C’era una volta il Cinema

Guernica

Ci sono cose di fronte alle quali, al di là dei libri di storia e delle critiche d’arte, si può solo tentare di narrare…   Entri e fai il biglietto. Come in tutti i musei. (Come sempre... serve sempre un biglietto... per qualunque viaggio...) Lasci borse e borsette e macchine fotografiche. Come in quasi tutti … Continua a leggere Guernica